Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘verdure’

Una crema di porri con qualche cubetto di speck in un morbidissimo e delizioso flan.

20170122_125330

Ingredienti per quattro persone: 400 gr. porri, 80 gr. speck, 30 gr. parmigiano grattugiato, 2 uova, 30 gr. burro, 250 ml. brodo vegetale, sale q.b. per la besciamella: 250 ml. latte, 25 gr. burro, 1 cucchiaio farina 00, noce moscata e sale q.b.

Preparazione: preparo la besciamella con gli ingredienti indicati profumandola alla fine con la noce moscata e la lascio raffreddare. Scaldo il brodo vegetale e taglio la parte bianca dei porri a rondelle sottili. Sciolgo in una padella il burro e unisco i porri che appassisco a fuoco moderato, verso poco brodo vegetale per volta e lo faccio evaporare portando a cottura i porri mantenendoli morbidi. Sposto la crema di porri nel bicchiere del minipimer, frullo e regolo di sale e lasco intiepidire. Divido i tuorli dall’albume che monto a neve ferma. Le fette di speck devono essere spesse 2/3 mm. e tagliandole ricavo dei cubetti (mirepois). Incorporo nella besciamella: la crema di porri e lo speck, unisco il formaggio grattugiato ed i tuorli; amalgomo con delicatezza mescolando dal basso verso l’alto gli albumi montati a neve.
Verso il composto negli stampini imburrati e cucino in forno preriscaldato a 180 gradi per mezz’ora.  Tolgo dal forno e dopo qualche minuto servo o sformo su un piatto.

Read Full Post »

Se si trattasse di vino la definirei una versione “amabile” degli gnocchi di zucca.

cucinare-assieme-gnocchi-18-10-2016-50

Ingredienti: per gli gnocchi 1Kg. di zucca santa, 1 uovo + 1 tuorlo, 1 cucchiaino di cannella in polvere, 400 gr. circa farina bianca 00 q.b., sale grosso q.b. Per il condimento – 100 gr. burro, 50 gr. amaretti sbriciolati, 50 gr. parmigiano grattugiato.

Preparazione: per gli gnocchi – taglio la zucca a spicchi non molto larghi dopo aver eliminato la parte centrale con i semi e la metto a lessare con poca acqua a fuoco lento; una volta cotta (deve risultare tenera alla forchetta ma non spappolata) la scolo e la lascio ad asciugare e raffreddare, meglio se per una notte intera. Passo la zucca privata della buccia superficiale in uno schiaccia patate e in una terrina in cui rompo l’uovo, unisco la cannella ed aggiungo mescolando ed incorporando la farina fino ad ottenere un impasto che rimanga unito. Nel frattempo avrò portato a bollore l’acqua in una pentola capiente che salo con una dose più abbondante di quella usata per la pasta. Provo immergendo nell’acqua bollente aiutandomi con un cucchiaio o facendo delle qnelles l’impasto e vedo se rimane compatto (altrimenti torno ad impastare aggiungendo farina). Continuo ad immergere gli gnocchi in acqua bollente e quando tornano a galla li raccolgo con un setaccio, li scolo e li verso in padella dove li faccio saltare con il condimento e spolvero con il parmigiano. Per il condimento – In una padella capiente sciolgo il burro a calore moderato ed unisco gli amaretti sbriciolati e cucino per pochi minuti mescolando.

Read Full Post »

Pollo al curry

Tripudio di colori e quel profumo di oriente….., da un’idea di Teresa.

cucinare-assieme-secondi-piatti-11-10-52

Ingredienti: 1 petto di pollo, 2 peperoni rossi, 2 peperoni gialli, 1 cipolla media, curry q.b., olio evo, sale, pepe e vino bianco q.b.

Preparazione: sminuzzo la cipolla, taglio a quadratini il petto di pollo, lavo i peperoni elimino la parte bianca interna con i semi e li taglio a quadratini. In una padella soffriggo la cipolla nell’olio, unisco il petto di pollo che rosolo, verso due dita di vino bianco e lo faccio evaporare (sfumo), aggiungo i peperoni e cucino per venti minuti. Verso il curry, aggiusto di sale e pepe e proseguo la cottura per altri venti minuti circa.

Read Full Post »

Buone  le tagliatelle! ancora più buone se fatte con le erbette selvatiche.

Ingredienti per 8 persone: per la pasta 4 uova medie, 200 gr. farina bianca 00, 170 gr. farina di grano duro, 50 gr (dopo cotte) spinaci lessati, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio evo. Per la crema di parmigiano – 75 cl. panna da cucina, 120 g. parmigiano diciotto mesi grattugiato.

20161122_221855

Preparazione: mescolo le polveri: la farina, la semola ed il sale, unisco gli spinaci lessati e strizzati e passati al minipimer, verso le uova ed impasto aggiungo l’olio fino ad ottenere una palla che avvolgo in un foglio di pellicola e metto in frigorifero per mezz’ora. Tiro la pasta con la nonna papera e formo le tagliatelle e le stendo separandole spolverate di semola per evitare che si attacchino. Riempio  una pentola d’acqua e la porto a bollore, salo e verso le tagliatelle che cucino per qualche minuto, scolo e distribuisco nei piatti; condisco con un paio di cucchiai di crema di parmigiano. Per la crema di parmigiano – verso la panna in un pentolino dal fondo spesso e la porto ad una temperatura di 60 °, unisco a pioggia il parmigiano amalgamandolo con la frusta fino a raggiungere gli 80°. Tolgo dal fuoco e frullo con il mini pimer fino ad ottenere una crema fluida ed omogenea con cui condisco le tagliatelle.

Read Full Post »

Ricetta originale dei casiunsei con piccoli aggiustamenti. La forma classica è a mezza luna, la forma quadrata consente maggior velocità nella preparazione.

20161122_224831

Ingredienti per 8 persone: per la pasta – 250 gr. farina 00, 250 gr. farina di grano duro, n. 5 uova, sale q.b. acqua q.b. Per il ripieno – n. 2 rape rosse lessate e sminuzzate, 1 patata lessata, un pizzico cannella, un pizzico noce moscata, 50 gr. pane grattugiato, olio evo sale q.b. Per il condimento – 100 gr. burro, 3 cucchiai semi di papavero, ricotta affumicata q.b., sale e pepe q.b.

Preparazione: per la pasta – mescolo le polveri: la farina, la semola ed il sale, e verso le uova unisco l’acqua, se serve, ed impasto fino ad ottenere una palla che avvolgo in un foglio di pellicola e lascio riposare per mezz’ora. Tiro la pasta con la nonna papera dallo spessore più grande al penultimo fino ad ottenere sfoglie sottili ricavo delle strisce di pasta lunghe e rettangolari su un lato delle quali a distanza regolare, aiutandomi con un sac a poche distribuisco il ripieno sulla pasta. Ripiego su se stessa la pasta e schiaccio intorno al ripieno per far uscire l’aria, taglio i casiunsei aiutandomi con una rotellina zigrinata oppure con un coppa pasta ricavo dei cerchi in cui metto il ripieno e chiudo bene i bordi a  mezza luna.

  Per il ripieno – prendo le rape rosse bollite e le passo allo schiaccia patate eliminando il liquido asciugando con scottex, in una ciotola unisco la patata schiacciata e mescolo bene aggiungendo cannella e noce moscata, sale, pepe e del pangrattato sciolto in poco burro per asciugare l’impasto. Con una sac a poche distribuisco il ripieno sulla pasta. Riempio  una pentola d’acqua e la porto a bollore, salo e verso i casiunsei che cucino per circa cinque minuti scolo con una schiumarola e li verso in una padella dove avrò soffritto il burro con i semi di papavero e finisco con una abbondante grattugiata di ricotta affumicata.

Read Full Post »

A voi la scelta! provateli e scegliete quello che vi piace di più.

20161206_205703

Ingredienti per 8 persone: 650 gr. riso carnaroli, 500 gr. radicchio di Treviso, 50 gr. mascarpone, 60 gr. speck spesso due mm., una manciata di filetti di mandorle, 2 cipolle medie, 1 carota, 2 coste di sedano, 1 cucchiaino aceto balsamico, 1 cucchiaio di curry, 10 fili di erba cipollina, 3 noci di burro, 40 gr. parmigiano, pepe, olio evo e sale q.b.

Preparazione: per il brodo vegetale – in una pentola con sei litri d’acqua metto: una cipolla, la carota ed il sedano e faccio bollire per un minimo di venti minuti salando leggermente. Lavo ed asciugo i cespi di radicchio e li riduco a pezzetti, sminuzzo le cipolle rimaste. In una pentola per risotti sciolgo l’olio ed il burro e rosolo la cipolla e unisco il radicchio che faccio appassire. Verso il riso e un po’ di brodo, continuo a mescolare ed aggiungo brodo fino ad averlo cotto ben al dente.

Divido il riso in tre tegami:

e mascarpone.

Tengo il risotto asciutto regolo di sale ed aggiungo il mascarpone, due cucchiai di parmigiano  e il pepe, mescolo. Completo la cottura e lascio riposare per qualche minuto.

e speck con filetti di mandorla tostati.

Taglio lo speck a listarelle tenendone da parte un pugnetto e lo aggiungo al risotto e mescolo. Completo la cottura unisco il parmigiano e una noce di burro freddo per mantecare e lascio riposare per qualche minuto. Nel frattempo in un pentolino tosto le mandorle e con un filo d’olio soffriggo le listarelle di speck rimanenti e quando diventano belle croccanti sono pronte per decorare il risotto.

e curry.

unisco l’erba cipollina sminuzzata e dopo poco il cucchiaio di curry e mescolo. Completo la cottura e lascio riposare per qualche minuto.

Read Full Post »

Le zucchine dell’orto e le patate di montagna sono alla base di questa vellutata estiva da consumare tiepida o fredda.

20160819_204058 vellutata

Ingredienti per otto persone: 1200 gr. zucchine, 400 gr. patate, 1200 cl. acqua, 1 cipolla media, 5o gr. parmigiano grattugiato, 50 cl. panna, 5 cucchiai olio evo, sale e pepe q.b.

Preparazione: sminuzzo la cipolla e la metto in una padella assieme all’olio e la faccio appassire e stufare. Nel frattempo ho tagliato a cubetti piccolissimi le patate che mescolo con la cipolla e salo cucinando fino a quando si ammorbidiscono. Taglio anche le zucchine a pezzettoni e le unisco, verso l’acqua e faccio bollire per una ventina di minuti. Riduco in crema con il mixer ad immersione, verso il parmigiano e regolo di sale e pepe. Prendo la panna e la sbatto fino a renderla consistente, al momento di servire impiatto e metto al centro un cucchiaio di panna che stendo ed aiutandomi con un bastoncino creo una decorazione, spargo qualche goccia di olio e per finire una giratina di pepe.

Read Full Post »

Older Posts »