Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ricette’ Category

Una pasticciata con le verdure estive a kilometro 0.

Ingredienti: g. 250 pasta corta, n. 12 fiori di zucca, n. 2 zucchine, n. 1 pomodoro medio maturo, g. 100 formaggio latteria, ml. 500 latte intero, g. 40 burro,  1 cucchiaio colmo di farina 00, g. 50 parmigiano grattugiato, prezzemolo q.b., olio evo q.b., sale q.b.

Preparazione: taglio le zucchine a fettine sottili, ungo d’olio una piccola teglia e le distendo, spargo qualche foglia di prezzemolo, salo ed inforno a 180° per cinque minuti. Preparo la besciamella: a fiamma bassa sciolgo il burro in un tegame, unisco la farina mescolando per sciogliere i grumi verso il latte che ho scaldato a parte e continuo a mescolare regolando di sale fino al primo bollore. Taglio il formaggio a listarelle e riempio i fiori di zucca dopo aver eliminato il picciolo. Lavo  il pomodoro tolgo i semi e lo taglio a pezzetti , salo e lo metto nel recipiente del minipimer, aggiungo due mestoli di besciamella e frullo fino ad ottenere una crema. Porto a bollore l’acqua, salo abbondantemente e verso la pasta che scolo a metà cottura, la lavo con l’acqua fredda per fermare la cottura.

In una tortiera di ceramica distribuisco uno strato di besciamella su cui dispongo le zucchine ricopro di besciamella e parmigiano;  faccio uno strato di pasta condito con la crema al pomodoro e spolvero di parmigiano. Metto i fiori di zucca ripieni a raggiera e copro di besciamella e abbondante parmigiano, spargo il rimanente burro a pezzetti. Copro con carta d’alluminio ed inforno a 180° per 15 minuti e lascio riposare, scopro e passo al grill per qualche minuto per creare la crosticina.

 

Read Full Post »

Per la riuscita di questo piatto serve poter contare su un macellaio di fiducia che da un cuore freschissimo tagli le fettine sottili che ti serviranno per questo piatto della tradizione veneta.

Ingredienti: g. 400 cuore di vitello tagliato a fette, 1 cipolla media, poco vino bianco, olio evo q.b., sale q.b.

Preparazione: asciugo le fette di cuore con la carta assorbente e le taglio a pezzettoni. Taglio la cipolla a fettine sottili, distribuisco un fondo d’olio in una padella e unisco la cipolla che a fuoco lento lascio imbiondire. Aggiungo il cuore e rosolo da entrambe le parti per un paio di minuti, verso il vino che faccio evaporare a fiamma alta continuando a mescolare e completo la cottura a fuoco moderato per pochi minuti. Salo solo alla fine. Servo accompagnando con insalata di pomodori.

Read Full Post »

La cipolla di Tropea cotta al forno conserva la sua dolcezza e la gratinatura  completa il contorno.

Ingredienti: n. 8 cipolle di Tropea medie, n. 6 pomodorini piccadilly, 60 g. pane grattugiato, prezzemolo q.b., olio evo q.b., sale e pepe q.b.

Preparazione: pulisco le cipolle e le taglio a metà orizzontalmente, prendo una teglia stendo un foglio di carta da forno e distribuisco le cipolle, la parte tagliata verso l’alto, salo e ungo con un filo d’olio. Inforno a 250° per 20 minuti. Faccio un composto con: i pomodorini tagliati a pezzetti e privati dei semi, prezzemolo, pane grattugiato, sale, pepe e poco olio. Distribuisco il gratin sopra le cipolle che torno ad infornare per cinque minuti.

 

Read Full Post »

Piatto ricco mi ci ficco.

Ingredienti: g. 400  vermicelli, g. 500 vongole veraci, g. 500 cozze, 10 pomodorini piccadilly, 1 peperoncino, mezzo bicchiere vino bianco, 3 spicchi d’aglio, 1 ciuffo di prezzemolo, olio evo q.b., sale q.b.

Preparazione: lavo e pulisco le vongole e le cozze e le sistemo in due pentole diverse in ognuna delle quali ho messo uno spicchio d’aglio, un cucchiaio d’olio, qualche gambo di prezzemolo ed un cucchiaio di vino bianco. Verso in uno le cozze e nell’altro le vongole, copro e a fiamma alta le faccio scaldare fino alla loro apertura. Filtro l’acqua di cottura delle vongole e delle cozze e estraggo metà dei molluschi. In una padella capace verso quattro cucchiaio di olio, l’aglio, il peperoncino e i pomodorini tagliati in due e privati dei semi. Rosolo per qualche minuto salo leggermente unisco le vongole e le cozze sgusciate, un paio di minuti ancora e verso il vino rimasto che faccio evaporare a fiamma alta; aggiungo qualche cucchiaio di acqua di cottura dei molluschi e quando il sughetto si è addensato elimino aglio e peperoncino, unisco due cucchiai di prezzemolo tritato, le vongole e le cozze col guscio. Nel frattempo ho cotto i vermicelli al dente in abbondante acqua salata verso mezzo mestolo di acqua di cottura nella padella, scolo i vermicelli e li butto nella padella mescolando con vigore per un minuto. Il piatto è pronto da servire.

Read Full Post »

Non è la prima ricetta con l’aragosta che pubblico, questa che ho chiamato a modo mio, è  quella che esalta  la delicatezza di questo sontuoso crostaceo. Può essere consumata da sola o con gli spaghetti. Ha coronato la fine delle mie vacanze in Sardegna a cui ho sacrificato un’aragosta  maschio di scoglio.

Ingredienti: 850 g. aragosta, 300 g. spaghetti di Gragnano, 10 pomodorini piccadilly, 1 punta di peperoncino, 2 spicchi d’aglio, 2 cucchiai vino bianco secco, 3 cucchiai olio evo delicato, 30 g. burro, sale q.b.

Preparazione:  faccio preparare l’aragosta cruda tagliata a pezzi eliminando la parte scura ed il budellino.

 In una padella con fondo spesso metto l’olio, i pomodorini privati dei semi e tagliati in quattro, il peperoncino e l’aglio; a fiamma allegra scaldo e unisco l’aragosta rosolo, aggiungo e sciolgo il burro, tolgo aglio e peperoncino giro i pezzi e verso il vino che faccio evaporare a fiamma alta. Abbasso la fiamma unisco mezzo mestolo di acqua di cottura, copro e cucino per cinque minuti, scopro, qualche minuto ancora e scolo gli spaghetti che ho cotto al dente in abbondante acqua salata e li butto nella padella amalgamandoli con l’aragosta.

Read Full Post »

Un antipasto o un secondo piatto di pesce “senza spine”.

Ingredienti: 10 calamari, 3 acciughe sott’olio, 1 spicchio d’aglio, 2 cucchiai parmigiano, 2 cucchiai vino bianco, mollica di pane q.b., prezzemolo q.b., olio evo q.b., sale e pepe q.b.

Preparazione: pulisco i calamari levando anche la pelle esterna. I tentacoli mi servono per il ripieno e li sminuzzo grossolanamente. In una padella con un cucchiaio d’olio e l’aglio in camicia sciolgo le acciughe e unisco i tentacoli rosolandoli per pochi minuti. Poco sale, una spolveratina di pepe e elimino l’aglio. Faccio una battuta di prezzemolo e metto a bagno la mollica di pane. Strizzo la mollica e la amalgamo con il parmigiano, il prezzemolo, i tentacoli e un filo d’olio creando un composto asciutto e umido con cui riempio per tre quarti i calamari. Infilo uno stuzzicadente per chiudere il sacchetto. Nella stessa padella verso qualche cucchiaio di olio evo e a fuoco lento cucino per qualche minuto, verso il vino e lo faccio evaporare, giro i calamari e quando si sono gonfiati sono pronti da servire.

Read Full Post »

Un gelato ruspante, semplice e genuino con le mie buonissime nocciole.

Ingredienti: 90 g. nocciole sgusciate, 90 g. zucchero, 350 ml. latte intero, 60 g. panna.

Preparazione: passo le nocciole in forno a 180 ° per qualche minuto, le verso nel mixer e frullo fino ad ottenere una farina finissima, unisco lo zucchero e aziono il mixer per un paio di minuti in modo da amalgamare il composto. Nel contenitore del minipimer verso le nocciole con lo zucchero, aggiungo il latte e la panna e aziono emulsionando per qualche minuto. Verso il preparato nella gelatiera che faccio andare per mezz’ora. Quando è pronto suggerisco di metterlo in congelatore per addensarlo.

Ricetta ispirata dal sito web: gelatoincasa.org

Read Full Post »

Older Posts »